Struttura del primo atto – L’incipit

L’incipit deve solleticare il palato come l’acquolina in bocca, non soddisfare la fame tutta in un boccone. L’INCIPIT L’incipit viene anche chiamato “hook”, ovvero “uncino”, o piuttosto “amo”, al quale viene attaccata un’esca per far abboccare i pesci. Bell’immagine, di cui i lettori non saranno molto contenti, ma che gli autori spesso hanno ben chiara…

La struttura di una storia – il primo atto

É verità aristotelicamente conosciuta, che una storia largamente provvista di trama debba suddividersi in tre atti. Quindi, non mi soffermerò sul perché si debba per forza prevedere un inizio, uno svolgimento e una fine. Non è questo il momento per mettere in discussione una regola di tale portata, sulla quale, poi, sono pienamente d’accordo. Tuttavia,…

Come creare un personaggio verosimile

Un personaggio non è un albero di natale. Non va addobbato con lucine e fiocchi, per distrarre il lettore dal fatto che sotto sotto è un abete come tutti gli altri.

L’Errore n°1 degli scrittori principianti

RICORDA SEMPRE UNA COSA: I lettori sono cani da tartufo. Il loro fiuto è infallibile. SE SEI INSICURO, IL LETTORE LO SENTE. Fra gli scrittori principianti, l’errore più comune nella costruzione e nella narrazione di una storia, è quello di svendere il finale.  Molti riescono a creare una forte suspence iniziale, ma lasciano ch’essa si allenti…

Virtuosismi stilistici e scene inutili

Cos’è che mi infastidisce di più di un romanzo mal scritto? Più ancora che gli errori di battitura, di grammatica e di ortografia… Più ancora che gli stereotipi… Più ancora che la trama scadente… Ciò che mi infastidisce più di tutto questo sono le scene inutili. Sì, perché se almeno la trama andasse avanti, se…

Show Don’t Tell versus i Classici 

Oggi vorrei riagganciarmi all’ultimo post, in cui mi azzardavo a dire che la regola Show Don’t Tell rischia di rovinare la letteratura del futuro se tutti si affrettano a seguirla senza rifletterci un po’ su. Vi siete chiesti come mai i grandi classici non si ponevano affatto questo problema, che sembra essere nato solo in…

Il titolo perfetto va declamato ai quattro venti!

Se c’è una cosa che proprio non riesco a fare è scegliere il titolo perfetto per il mio libro. Sì, so che, nel fantomatico caso in cui venga pubblicato, questo arduo compito spetterà più all’editore che a me, ma ciò non toglie che non posso lasciare il mio povero libro senza nome per tutto il…

I mille ostacoli all’inizio di un nuovo progetto.

Da un po’ di tempo – troppo tempo – mi sto facendo questa domanda: Per quanto può durare la fase di progettazione di un nuovo romanzo? So che alcuni semplicemente “bypassano” questo step, considerandolo come una perdita di tempo. Secondo me, invece, è il momento più importante di tutti. Accorciare o evitare del tutto la…

Giochiamoci bene i nostri cliché.

Una delle critiche che sento fare più spesso ad uno scrittore è la banalità.  Probabilmente, questo è dovuto al fatto che il lettore di oggi ha familiarità con ogni tipologia di storia: nulla gli riesce più del tutto nuovo, di conseguenza ogni cosa appare scontata e prevedibile. Trovare qualcosa che sorprenda il lettore non è…